22.9.16

dediche



Ieri erano 13 anni di matrimonio.
I Fantastici hanno scritto una dedica al Gmarito. WonderWoman era così entusiasta che l’ ha scritto ovunque: sulla porta di entrata, sulla lavagna in cucina, sull’agenda che gli abbiamo regalato:

“Buon UNIversario!”

Non è che voglia scrivere all’accademia della crusca, che dopo “petaloso” credo ne abbia a basta di neologismi inventati da bambini sgrammaticati e maestre narcisiste, ma andando a cercare l’etimologia di universo ho trovato:

dal latino: universus tutto intero, composto da unus uno e versus vòlto participio passato di vertere volgere. Volto tutto nella stessa direzione.

Oddìo non è che io e il Gmarito siamo sempre vòlti nella stessa direzione, soprattutto ora, che io voglio già il trapuntino e quell’altro dormirebbe nudo con la finestra spalancata, però WonderWoma non lo sa, e ci vede così.
Solidali.
Sull’agenda CatWoman invece ha scritto, sillogicamente: 


“auguri, perché se non vi sposavate, io non c’ero.”

E Megamind: 
“questo regalo ti sarà utile”

D’altra parte l’avevo interrotto mentre guardava una puntata della sua serie gialla preferita.
Il regalo del Gmarito è stato un frullatore con una potenza di due cavalli che alla massima potenza sembra che decolli. 13 anni sono un numero sufficiente di anni per potersi permettere di regalare alla moglie un frullatore senza il rischio che glie lo tiri dietro.

Comunque 13 anni sono tantissimi e pochissimi contemporaneamente e questo ha a che fare con il fatto che il tempo non esiste, ma contemporaneamente, esiste.

Beh, ma questa è un'altra storia.
 

1 commento:

  1. complimenti hai dei figli veramente fantastici e in questa occasione...felice universario anche da me

    P.S.: il frullatore è un bellissimo regalo, anni fa per i miei primi 20 anni di matrimonio ho ricevuto un minipimer super accessoriato...sono soddisfazioni!!!

    RispondiElimina