26.10.17

non sono abbastanza cinica

uNA SERATA
Ma perchè- è la domanda che mi faccio quando suona la sveglia ogni santissima mattina- perchè sono andata a letto all'una? perchè non faccio come
la mia amica Infermiera Cinica (lo sai che ti adoro, questo nome è per me una medaglia al valore).
La mia amica Infermiera Cinica fa cenare i figli all'orario da ospedale, poi hackera l'orologio mettendolo avanti di un'ora. I suoi figli vanno a letto alle otto e mezza.
In realtà sono le sette e mezza.
Non si capisce come suo figlio maggiore che va in prima media e ha già i peli prepuberali, non se ne sia ancora accorto. In ogni caso, sarà un bambino molto riposato.
Cosa che consente alla genitrice di reputarsi una brava madre.


Ecco, perché?
Perchè, intanto, il Gmarito fa il pendolare, e arriva alle 20,30.
Se sono riuscita a portare in tavola una cena per quell'ora, mentre ascolto i paesi dell'Unione Europea (che comunque sono 6 anni che li sento ma non saprei ripeterveli), rabbocco l'acqua ai gatti,
faccio partire una lavatrice, riattacco per 5 volte alla telecom, allora finiamo di cenare verso le 21,15.
Dopodichè- dopo avere MOLTO sommariamente sparecchiato, i Fantastici sanno che devono uscire tassativamente dalla cucina. La lavapiatti ci ha lasciato, quindi -nonostante costringa tutti a mangiare primo secondo e frutta nello stesso piatto, tranne a dire il vero il venerdì che c'è il pesce-  mi ritrovo sommersa da vettovaglie
(che poi come abbia potuto sporcare tanta roba con una semplice pasta al tonno e frittata, è un mistero) Ne approfitto per telefonare, incastrando il telefono tra la spalla e l'orecchio, una posizione non propriamente da yoga che ricorda il Gobbo Igor di Frankenstein junior.
Nella mia testa i Fantastici stanno seguendo la routine della sera: denti, preparazione cartella, pigiama.
Invece no. Perchè se non mi vedono, immediatamete il regime è sospeso ed è legittimata l'anarchia. Il Gmarito di solito è chiuso in cesso. A leggere.
Tendenzialmente le ragazze stanno facendo ruote e verticali al muro, Megamind sta giocando a minecraft, SuperMario sta dando la caccia alla gatta Mia. E mezz'ora se ne va così.
Poi, finalmente, quando il Gmarito riemerge dal bagno, i Fantastici vengono spediti a letto in qualche modo.
Apparentemente sopraggiunge la calma. Sono già le dieci e la mia serata deve ancora cominciare. Chissà che io e il Gmarito non riusciamo a vedere un film. Mezzo film. Una puntata di qualcosa.
Sono in cucina e sento qualcuno che suona il flauto dolce.
Il flauto dolce non è uno strumento musicale. Dovrebbe essere vietato dalla corte dei diritti umani come le torture di Guantanamo.
Piombo come una erinni in camera dove trovo Catwoman che suona -naturalmente- l'inno alla gioia. Povero .....Beethoven (grazie Adele dalla regia) E povera me. Sono almeno 13 anni che sento questa cosa. Quetsa cosa che dovrebbe essere un inno alla gioia ed invece è istigazione al suicidio. Urlo minacce apocalittiche, non mi interessa se hanno la verifica di musica. Ristabilisco il silenzio.
Poi sento la vocina di Supermario. Che mi annuncia da letto timidamente che deve fare la cacca. Ma lui sa che la cacca è un argomento extraterritoriale, un diritto inalienabile. Non posso protestare. Si alza, provvede, viene lavato e torna a letto.
Mentre mi lavo i denti, da dietro la porte mi si rende edotta che ci sono sul tavolo della cucina degli avvisi da firmare urgentissimi, pena l'espulsione da tutte le scuole del regno.
Quando vado in cucina trovo 12 fogli da compilare, in cui per ogni figlio occorre sistematicamente indicare quel caXXo di codice fiscale, e ci metto un buon altro quarto d'ora per autorizzare i figli a fare QUALSIASI COSA.
Foto, selfie, gite, marinare la scuola, aprire un profilo facebook, uscire non accompagnati, accettare caramelle dagli conosciuti, andare a teatro, suonare per i vecchietti, partecipare ad un concorso di arte, visitare un museo.
Il tutto, sollevando la scuola da OGNI responsabilità.
Bene.
Sono le 23.00.
Vado a letto. Forse io e il Gmarito riusciamo a guardare un trailer del prossimo film di Natale. No. Bussa Catwoman. Che proclama che non riesce a dormire e deve bere una camomilla.
Cioè, amica mia, Infermiera Cinica, io lo so che tu ai tuoi figli in realtà metti qualcosa nella minestrina, confessalo.
Quando torno in camera, nel frattempo, il Gmarito dorme.

2 commenti:

  1. Carinissimo e ben descritto. Ma sono sicura che c'è una strada intermedia tra te e l'infermiera cinica. Una strada che comincia dai turni per i ragazzi per lavare i piatti...

    RispondiElimina
  2. Non si può mettere mi piace ai commenti? Concordo con Valgi.
    E che il Gmarito stia pure in cesso a leggere, ma internet e il modo più veloce ed economico possibile per avere una nuova lavastoviglie!
    Io comunque sono come la tua amica cinica: i miei al massimo alle 20.30 sono a nanna. E poi inizia la mia serata fatta di panni da stendere, panni da piegare, merenda da preparare e marito con cui avere uno straccio di conversazione!

    RispondiElimina