26 settembre 2016

pensieri che cadono come foglie


Non ho nessuna voglia di uscire la sera o qualunque cosa che sottragga ore di sonno.

Invece scapperei volentieri qualche ora con un’amica in qualche posto qualunque a bermi un tè con una borsa molto piccola come quando ero giovane (mai portato borse piccole in vita mia, che dico?)

Ho voglia di fare una pazzia.

Mi farei un bagno con le candele, ma ho la doccia, e le candele si spengnerebbero e dopo un po’ finirebbe pure l’acqua calda.

Vorrei avere un camioncino.

Mi piacerebbe molto, per una volta, comprare una sega circolare alla LIDL, per vedere come funziona. O anche una smerigliatrice.

Vorrei si rompesse la tv e pure il WiFi  e ci fosse un misterioso blackout della rete internet per una intera settimana e vedere cosa succede. Vedrei gente che vaga inebetita. Forse tutto piomberebbe nel caos e si estinguerebbe l'umanità.
Voglio dare di matto.

Le foglie stanno cadendo, le finestre si rabbuiano sempre prima. Questo mi porta a desiderare la casalinghitudine, intesa come desiderio di stare in casa, mica di fare le pulizie.

Abbiamo una invasione di parassiti, su figli (pidocchiosi) e piante. Solo le gatte sono esenti.
Ormai la prendiamo con filosofia.

WonderWoman c’ha l’ormone che si affaccia.

-          Mammaaaaaaaa! Abbassa il finestrino che c’è Leooooooo-

Con il timpano ormai lesionato, abbasso.

-       LEOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!-

Il fanciullo, sguardo vago, non la ode e non la vede, nonostante lei si sbracci tutta fucsia-vestita,fuori dal finestrino .

-Uffaaaa! Non mi ha sentito!!!! (sarà sordo, poveretto, se non percepisce i tuoi 15.000 decibel) Non mi ha visto! Ecco, NON MI VEDE MAI NESSUNO. NEANCHE FOSSI CIECA.-

I sillogismi creativi di WonderWoman.

La cosa più creativa che mi aspetta nei prossimi giorni è:

Ricoprire i libri dei Fantastici. (Però mi piace molto. Posso sniffare l'odore di plastica.)

Avanti così.
Ho letto una cosa fchissima:

"TI HANNO SEMPRE DETTO:
di vita ce n'è una sola.
TI STANNO MENTENDO!
La vita è ogni giorno!"
Sarà il mio motto di fronte alle difficoltà.

E comunque: prima o poi mi prendo la fresatrice e quindi me ne FRESO.
UAH HA HA HA HA!!!!
 

Nessun commento:

Posta un commento