29.3.17

certo, che una rondine fa primavera


WonderWoman ha compiuto 11 anni.

Com'ero quando avevo 11 anni? (ero già io?)

Mi ricordo l’esame di quinta e il grembiule bianco. Il problema di matematica lo sbagliai. Mi ricordo che in prima media invidiavo una mia compagna fichissima, bionda e magra che portava le pantacalze (l’archetipo del leggins negli anni ’80, solo che non essendoci ancora la lycra, per evitare che ti risalissero a metà polpaccio modello zuava, erano provvisti di orripilanti staffe di elastico che le trattenessero nei pressi della zona caviglia. L'effetto aderenza era posticcio. Una cosa obrobriosa). Ovviamente io mai avute. Io kilt scozzese e maglione d’inverno. Jeans e maglietta d’estate.

A 11 anni ero interessata al disegno, a Mila e Shiro, alle amiche, agli adesivi di HelloKitty, ai libri. Ogni tanto mi interrogavo sul mio aspetto fisico, e non sapevo se trovarmi bella o brutta.

Forse non sapevo proprio se trovarmi e  basta. Ero interessata ai vestiti? A 11 anni, moderatamente, a parte le pantacalze, le gonne corte e i fermagli per farsi la mezzacoda. (mezzacoda che orrore).

Wonder è molto più sicura, si trova bella, e questo mi fa piacere. Tutto quello che le passa per la testa esce dalla bocca senza filtri.

A cena.

“ Oh! Sapete cosa ci ha detto la dottoressa quando faceva educazione all’affettività in classe? Tutta quella cosa sulla riproduzione, presente? Ha detto che quando i maschi sono diciamo “felici”….-

-Ok, Wonder, lo vogliamo sapere DOPO.-

 Gmarito, stai attento quando dici che sei felice, d’ora in avanti.

Wonder è amica dei maschi. Non fa la maliziosa, ma non è neanche maschiaccio.

Finalmente ha abbandonato il fucsia e ha optato per il turchese.  Chiede vestiti per Natale.

Oggi sono arrivate le rondini.

Io risorgo dalla polvere come la Fenice. Anche io vorrei rincorrere la primavera e l’estate per il mondo.

Quando arrivano vuol dire che è passato un altro anno, e che il mondo ricomincia, perché la primavera è la prima stagione della storia del mondo.

 


Alcuni versi di poesie, la mia preferita naturalmente è Szymborska

 

Fanciullo, noi siamo
in quest’ora divina
due rondini che s’incrociano
nell’infinito cielo,
prima di mettersi in rotta
per plaghe remote.

Antonia pozzi Notturno invernale

 

(…)
è questo il loro essere rondini,
in quella irrequietudine è la loro pace.

Essere rondine Mario Luzi

 

 

 

(…) Rondine, spina di nube,

ancora dell'aria,

Icaro perfezionato,

frac asceso in cielo,

 

rondine calligrafa,

lancetta senza minuti,

primo gotico pennuto,

strabismo nell'alto dei cieli,

 

rondine, silenzio acuto,

lutto festante,

aureola degli amanti,

abbi pietà di loro

Impresso nella memoria, Wislawa Szymborska

 

(…) E si destò con nell’orecchio infuso

quel vocìo fioco; ed ascoltò seduto:

 erano rondini, e sonava intorno

 l’umbratile atrio per il lor sussurro

Poemi conviviali , Giovanni Pascoli

 

 

in deliziose cappe di raso nero

dattilografavano il risveglio

dettàto dall'aurora

Le rondini, Farfa

 

Le rondini, bei cerchi della vita,

intatti e non vissuti,

senza che il tempo azzurro li soverchi

Le rondini, Carlo Betocchi

 

Io sarei una rondine, probabilmente.

2 commenti:

  1. Sei incredibile, mi fai ridere e commuovere allo stesso tempo! 11 anni...oddio...pare lontanissimo ma invece è dietro l'angolo vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si sono vicini...crescono in un attimo e tu-madre- ti devi continuanente riprogrammare!

      Elimina