23.6.17

un segreto


Sei una bambina, hai quattro anni e mezzo. La cosa più bella che possa capitarti è andare al Solimei, il prima possibile, con i cugini e i nonni.

La tua aspirazione più grande è riuscire ad andare con la bici senza rotelle. nel cortile dell’asilo delle suore riesci a prendere sempre quella con un handicap, ovvero quella con una rotella sola. La cosa positiva è che così, dopo esserti abrasa le ginocchia per mesi, hai quasi imparato ad andare senza.

Perché al Solimei, in campagna, forse quest’anno che sei cresciuta, ti toccherà la graziella arancione.

La cosa che ti terrorizza di più al mondo è quando tuo padre si arrabbia e urla, e allora bisogna farsi piccolissimi e scomparire. Anche il buio fa paura, e la mamma ha messo una lucetta arancione nella stanza che però ha un cavo scoperto e nel tentativo subdolo, mentre i tuoi fratelli dormivano, di avvicinarla di più al tuo letto ti sei presa la scossa, che praticamente sei morta.

La storia più meravigliosa che esista è PeterPan, perché lui vola. Anche tu sei convinta di poter volare, probabilmente possono farlo tutti i bambini, ma gli adulti cercano di convincerli che non è vero. Ecco allora che tua madre ti racconta storie raccapriccianti su bambini che si sono buttati dalla finestra e si sono spiaccicati per terra.

Nel dubbio, non ti sei buttata mai.

Tu pensi che ti sposerai, probabilmente con tuo cugino Mattia, figlio dello Zio Lacoste, e in effetti gli somiglia, difatti è bellissimo.

La massima eleganza è un vestito in piquet bianco con delle ciliegie ricamate sul petto. Probabilmente sarà quello che indosserai al matrimonio.

La cosa più buona che esista sulla terra è il cocomero. Probabilmente anche la Girella, ma prima di assaggiarla dovrai aspettare i 25 anni compiuti.

Non vedi l’ora di saper scrivere, così potrai scrivere bellissime storie di bambini che volano e muovono le cose col pensiero, e li potrai disegnare tu.

Le persone più buone più buone che esistano sulla terra sono i nonni Anny e Cià,  la Tata Cordelia, lo zio Augusto che vedi pochissime volte ma porta sempre dei regali meravigliosi a tutti e senza motivo, lo zio Lupo e la zia Bruna, che in casa hanno un sacco di quadri con dentro delle farfalle vere ma morte e bellissime.

Quando ti immagini da grande, vedi una ragazza con i capelli lunghi che cammina sotto i portici da sola e sicura di sé. Soprattutto: avrai un segreto, ma nessuno lo può sapere.








































 
 
 
 

4 commenti:

  1. Che bei disegni!!!!Che bel post mi vuoi far piangere di mattina.............

    RispondiElimina
  2. Grazie, è il mio libriccino degli schizzi L'unica cosa che riesco a fare ormai. Un tempo avevo un tavolo inclinabile, avevo gli acquerelli e i fogli con l'80% di cotone, i pennelli di martora, e lunghe giornate. Ma, visto che pare io non stia per morire, per ora schizzo, un domani, chissà. Quando avrò più tempo...

    RispondiElimina
  3. Ma lo fai anche per lavoro su commissione dico??

    RispondiElimina
  4. Certo. Questi sono solo schizzi. Se mi da tuo indirizzo ti mando dei lavori che ho fatto per alcune persone

    RispondiElimina