30.10.17

Quel momento è arrivato.

Quel momento in cui ti fanno le domande a cui non sai rispondere.
Ci sono tre categorie di domande:
1. quelle di cui sai la risposta. Sono semplici: operazioni senza virgola, tranne le divisioni a due cifre. Oppure il funzionamento di cose semplici. Il ciclo dell'acqua. La vita delle api. Da dove viene il latte. O perchè le strisce pedonali sbiadiscono.
2. quelle di cui nessuno sa la risposta, ma sai che qualcosa gli devi dire.
-Ma quando finirà il mondo?-
-Perchè Dio permette la guerra?-
-Perchè esistono i colori?-
Di solito mi vado ad impelagare in un monologo su libero arbitrio, fanta-fisica, o filosofia applicata: dopo qualche minuto il figlio comprende che sei preparato, ma capisce che approfondire è una questione piuttosto lunga, quindi di solito lascia la stanza lasciandoti proseguire entusiasta finchè non ti accorgi,mentre rimesti la besciamella, che stai parlando da sola da 20 minuti.

3. poi ci sono quelle di cui dovresti sapere la risposta ma non te la ricordi.
Per esempio. Astronomia.
-Mamma, tu lo sai perchè ci sono le stagioni?-
-certo.-
-E come funzionano?-
-ah. è una cosa che ha a che fare con l'orbita. Il sole. Cioè la terra che gira intorno al sole.
- Il neurone scende in cantina e comincia a cercare il sussidiario delle medie.Era certo di avere studiato geografia astronomica anche al liceo.Se solo non avesse passato tutto il tempo a scrivere poesie invece che guardare la lavagna.
- Ok, mamma te lo spiego io. Facciamo che questo scoth è la terra, e questa pallina il sole. L'asse terrestreè inclinato, vedi? (...)-
- Bravo Megamind. L'hai spiegato molto meglio di me.- (nemmeno il ripasso è servito, il neurone è tornato dalla cantina a mani vuote.)

Secondo esempio. Economia.-
-Mamma. Ma scusa. Nei paesi Poveri. Se sono poveri, ma perchè non stampano più soldi?-
-Sai questa domanda da piccola me la facevo sempre anche io. In verità è una cosa abbastanza complicata, sai (che non ho ancora capito neanche adesso) ma insomma, diciamo che i soldi hanno valore solo se l'economia va bene. Se si stampano, è come se non valessero niente.--e perchè?-
-perchè non sono il risultato della ricchezza economica, insomma è un meccanismo economico complicato. Lo capirai quando sei grande, CatWoman.
(o forse mai, come me).
-Ho capito. Lo chiederò a papà.-

Terzo esempio. Fisica.
-Mamma. Cosa significa che gli elettroni hanno la carica negativa?-
-Che hanno il segno meno-
-Ma in che senso, che significa carica negativa e carica positiva?-
-E' come se avessero due tipi di energia diversa...-
Dalla Veranda, dove il gmarito sta montando un lampadario, arriva un grido strozzato, che ancora un poco cade dalla scala:- NON SONO ENERGIA DIVERSA!-
-in un certo senso, come se fossimo dentro una calamita: sai il polo negativo e il polo positivo che si attraggono in un campo magnetico...-
-NON C'ENTRA NIENTE IL CAMPO MAGNETICO!-
(rumori di cacciaviti che rovinano al suolo provenienti dalla veranda-
- Insomma, non capisco, cosa vuol dire negativo, in PRATICA? Che senso ha? -
- Catwoman, è difficile spiegare. Non saprei dirti, tu immagina come due forze opposte, che insieme si annullano...-
- MACCHè FORZE! MACCHE'SI ANNULLANO!- protesta il Gmarito ingegnere-elettricista. -SONO SEMPLICEMENTE SEGNO MENO E SEGNO PIù. Non c'è niente da spiegare. E' matematica.-Catwoman si offende:- Ho capito: voi non volete che capisca, volete che impari a memoria, e va bene, imparerò a pappagallo, contenti?-

Quarto esempio. Economia geopolitica.
-Madre. Dimmi un argomento di attualità degli ultimi sei mesi che tratti di economia geopolitica.-
-(...)-
-Ok. a che ora torna papà stasera?.-

E' qui che avere un marito ingegnere che legge molto, torna utile. (Oltre che per montare lampadari).

La chiosa finale:
Catwoman: -mamma, sei sicura che è giusto mettere l'orologio un'ora indietro?-
-Si. sono sicura, Catwoman-
-Ah. Bene. Strano, però. Di solito non è che sei sicura. Cioè non sei mai sicura delle cose che dici-
-...!-
-Lo dici sempre anche tu, eh.-
Almeno non saranno afflitte da una presuntuosa madre debordante di sicumera.
 

1 commento:

  1. Uahahahaahahaha!! Loro sì che sanno centrare nel bersaglio!

    RispondiElimina