2.11.16

fine di mondo


Stavo leggendo una notizia del Corriere, sezione Scienze.

Pare che degli astro-fisico-scienziati fichissimi abbiano ipotizzato, basandosi su alcune anomalie gravitazionali ed anche sul fatto che le orbite dei pianeti del Sistema solare sono storte (prendetela così come l’ho capita, perché ne passaggio dall’astro-super-fisico-scienziato-intelligentissimo al giornalista già s’è perso qualcosa, nella mia personale versione interpretativa sono rimasti solo concetti base a livello di prima media) che possa esistere un pianeta X nel sistema solare che dovrebbe avere un orbita talmente lontana ed enorme che solo ogni tot-mila anni passa (relativamente) vicino alla nostra vecchia cara terra.

A questa notizia si sono aggrappate miriadi di notizie fantascientifiche e fantasiose che naturalmente io mi sono letta tutte.
Sono una persona molto suscettibile ed impressionabile, ed ho commesso un grave errore.
Non conoscete il famosissimo pianeta leggendario Niribi già descritto da varie civiltà precolombiane notoriamente imparentate con gli alieni? Probabilmente tra poco passerà vicino alla terra (lo fa solo ogni 36.000 anni, ed è probabilmente la causa dell’estinzione dei dinosauri) sposterà l’asse terrestre e moriremo tutti. Prima, ci saranno tsunami alti 100 metri.
Lo dicono i cerchi nel grano. E certe foto di satelliti e grafici rubati alla NASA che non so leggere e che in effetti potrebbero essere le foto in bianco e nero dei buchi delle talpe del giardino di mia suocera, ma in realtà -se guardi bene- si vede benissimo un nono pianeta laggiù, semi nascosto. E poi c’è uno in Brasile che a fianco del sole lo ha visto benissimo, il pianeta, usando un vetro da saldatore, e ha postato un video su you tube.
Ma noi non lo vediamo perché ovviamente siamo nell’altro emisfero oppure anche per le scie chimiche.

E poi, il terremoto. E quell’asteroide che hanno visto tutti la notte scorsa. Tutto collima.

Fine di mondo.

Mi riscuoto, mi dò degli schiaffi davanti allo specchio e penso: Hysterik! Va bene tutto, ma hai quarant’anni! sono tutte stronzate!

Poi però non resisto e clicco sul link:

Ecco la prova che il pianeta Niribi è abitato dagli alieni e la Clinton lo sa.

Allora, mi ustiono la retina per vedere se vedo il pianeta X vicino al sole.

Ma dovrei avere ancora da qualche parte delle vecchie PELLICOLE del viaggio di nozze, se sono fortunata ne trovo una nera.

(Sono tutte stronzate) però, dai, fico guardare il sole con la pellicola nera del viaggio a Praga. Peccato però la solita sfortuna, adesso il sole si trova proprio dietro al palazzo e anche se mi sporgo fino al busto dalla finestra del bagnetto con una pellicola in mano, non vedo una fava. (C’è una vecchietta che mi guarda dal balcone di casa sua e scommette con il suo cane obeso che cadrò giù)
-Megamind, io devo uscire un attimo-

-Ma sono solo le tre!-

-Ah, no, esco prima perché (hem) manca la carta igienica (magari vado pure al supermercato per un accaparramento di generi alimentari a lunga scadenza) ma non preoccuparti, torno presto-

-Mamma, credi che potrei avere per Natale Warhammer?-

-Beh.(Non so se il mondo esisterà ancora) ma sì, credo che potresti, ciao-


Esco e mi nascondo dietro un bidone della spazzatura con fare cospiratorio, e guardo il sole con la pellicola nera.

Niente. Solo il caro vecchio sole.
Sono un po' delusa.

Non so se ce lo meritiamo, che il mondo continui ancora.

 

Nessun commento:

Posta un commento